Tartaruga di mare

abitanti: 4.137 favignanesi

superficie: 19,32 Kmq.

coste: 33 Km.

rilievo:S.ta Catarina m.314

coordinate: 37°55',95 N - 12°19',45 E 

Favignana

da Vedere

cale, calette, grotte marine, cave di tufo, giardini ipogei, museo ex stabilimento Florio, scalinata colle con vista panoramica, itinerari ciclabili ecc. ...

dove Mangiare

qui trovi l'elenco completo di ristoranti, trattorie, osterie, self service, pizzerie, rosticcerie, pasticcerie, gelaterie, bar, pub ecc. ...

dove Dormire

tutte le offerte ricettive dell'isola, hotel, alberghi, pensioni, b&b, residence, agriturismi, case vacanza, villaggi turistici, camping, casa vacanze private ecc.

234x60_spaziolibero.gif
234x60_spaziolibero.gif
234x60_spaziolibero.gif
Favignana la maggiore delle isole Egadi a sud dell'arcipelago, antistante al porto di Levanzo, la regina delle Tonnare, la perla dell'arcipelago, la farfalla sul mare, l'isola dei venti e delle capre. Ideale per famiglie, con spiagge bianchissime e coste rocciose facilmente raggiungibili dalla costa. Il porto di Favignana offre allo sguardo la vecchia industria conserviera del pesce, ex stabilimento della Tonnara Florio, acquistata nel 1874 dai Pallavicino di Genova, per la somma di lire 2.700.000,  essa fu ricchezza per la popolazione, recentemente ristrutturata (settembre 2009 dalla Regione Sicilia ed aperta al pubblico dall'Agosto 2010) ospita il Museo del Mare, notiamo anche il palazzo Florio progettato da Giuseppe Damiani Almeyda (1834-1911) fu residenza estiva dell'antica famiglia, ora proprietà del Comune.
Il centro abitato, dall'aspetto moderno, era un piccolo borgo medievale difeso dal forte San Giacomo allo stesso livello delle case, e dal forte di Santa Catarina situato sul punto più alto dell'isola, ora raggiungibile dalla lunga scalinata anche nelle ore notturne (veduta panoramica). Il paesaggio è caratterizzato da muretti a secco che delimitano le varie proprietà e dai numerosi giardini ipogei (antiche cave di tufo) da tempo in disuso, diventate rifugio ideale dai venti, ospitano orti e piante varie, attribuendo all' isola un fascino insolito. Da vedere le grotte marine, raggiungibili brevemente dal porto con le piccole barche dei pescatori, profonde e vecchie cave di tufi(pirrere, dove si notano ancora i segni dei lunghi lavori manuali eseguiti con antichi attrezzi per estrarre i bianchissimi blocchi di tufo (cantuni) per poi prendere il mare a bordo delle imbarcazioni, caricate, grazie ai numerosi scivoli a mare presenti tuttora nelle coste della pianura a oriente (la piana).
La maggior parte delle località di interesse paesaggistico sono raggiungibili tramite strade asfaltate fino all'altra parte della Montagna Grossa (colle Santa Catarina), ora raggiungibile attraverso la nuova galleria che comunica la piana alla pianura occidentale (vosco), zona più selvaggia e fino a qualche anno fa meno abitata. La macchia mediterranea copre vaste estensioni: i cardi, i fichidindia,  le agavi (zabbare), danno al paesaggio un fascino straordinariamente unico.
Da segnalare cala Rossa, cala Azzurra, grotta Perciata, cala Rotonda e la grotta del Bue marino anticamente abitata dalla foca monaca, frequentatrice di questi luoghi prima di essere sterminata, (01-12-2004 ne è stata avvistata una coppia). Favignana ospita un camping: EGAD, due villaggi turistici: APPRODO DI ULISSE - Aurum Hotels (Cala Grande), PUNTA ZEFIRO Valtur (p.ta Fanfalo), inoltre Favignana vanta la ristrutturazione e l'apertura di nuove strutture ricettive quali alberghi, residence e casa vacanze di ottimo confort, numerose sono le sistemazioni in casa vacanze private a locazione stagionale per periodi inferiori a 30 giorni.
120x60_spaziolibero.gif
120x60_spaziolibero.gif
120x60_spaziolibero.gif
museo ex stab. Florio
museo ex stab. Florio

bottiglia vino in peltro

natura
natura

cala rossa

monumenti
monumenti

palazzo Florio

museo ex stab. Florio
museo ex stab. Florio

bottiglia vino in peltro

1/3
468x60_spaziolibero.gif